La Torciata di San Giuseppe
Durata: 4 minuti
Location:
Pitigliano, 2007
 

La Torciata di San Giuseppe

A Pitigliano, come ogni anno, si ripete una grande rito nella notte dell'equinozio di primavera. Il fuoco della Torciata di San Giuseppe si alza al cielo nella piazza principale proprio quando il giorno e la notte raggiungono un equilibrio, quando questo incontro segna il passaggio dall'inverno alla primavera.

La Torciata è una cerimonia collettiva, in cui tutta la popolazione offre un grande falò alla buona stagione che sta arrivando. E' il segnale del ‘risveglio’, della ripresa di attività all'aperto. E' una grande festa.

Il Comune di Pitigliano insieme all'Associazione Promo.Fi.Ter hanno voluto
predisporre per i giorni della Torciata un programma che sottolineasse e recuperasse le radici tradizionali di questo momento dell'anno.

Agli spettacoli di piazza si alterneranno gare di abilità, dolci tradizionali e danze propiziatorie in un crescendo sino alla notte di San Giuseppe durante la quale sarà bruciato l'Invernacciu e le bandiere ‘danzeranno’ nel fuoco.

La tradizionale Torciata di San Giuseppe, diretta discendente d'antichi falò, ha origini antichissime ed ogni anno, nell'equinozio di primavera, rievoca la leggenda propiziatoria dell'arrivo della Primavera
Fin dall'epoca etrusca veniva infatti celebrato il rito del ‘seme sotterrato simbolo di vita’: in occasione di questa festività, coincidente con la fine dell'inverno, venivano anche appiccati enormi fuochi.
Durante il Medio Evo la cerimonia pagana fu cristianizzata e fatta coincidere con la festività di San Giuseppe. I falò anticamente accesi presso la Via Cava di San Giuseppe furono con l'andar della tradizione, ridotti in torce che dal Cavone si dipartivano lungo la vecchia strada Selciata, raggiungendo infine il Castello.

Attualmente la Torciata coincide con la festa di San Giuseppe ed, oltre alle celebrazioni religiose, ha il suo culmine con il Corteo Storico in costumi quattrocenteschi, che ripercorre la parte storica del paese per arrivare nella piazza del Comune dove, qualche giorno prima, è stato eretto un enorme pupazzo di canne ‘l'invernacciu’ simbolica rappresentazione dell'inverno che muore. Nella Piazza gremita di persone, al crepuscolo una tromba suona tre squilli, è il segnale convenuto per i torciatori che, incappucciati da rustici sai sovrastanti un camice bianco, iniziano la loro marcia dal Cavone di San Giuseppe (ora via Cava del Gradone) a valle del paese lungo il fiume Meleta, e portano in spalla un grosso fascio di lunghe canne fiammeggianti all'estremità.
Nel buio della notte è suggestivo lo spettacolo di questi quaranta uomini che, come fiaccole moventi in lontananza, si avvicinano paese.

Frattanto, i figuranti del Corteo Storico dopo aver sfilato nel centro storico del paese, raggiungono la piazza e si schierano sulle larghe gradinate mentre gli sbandieratori si esibiscono giocando con l'invernacciu.
I torciatori, per primi i due portantini con la statuetta di San Giuseppe, giunti nella piazza appiccano il fuoco addossando all'Invernacciu i loro fasci di canne fiammeggianti . In pochi secondi divampa in un enorme falò.
Le fiamme si consumano lentamente con l'inverno, lasciando al suo posto la brace che verrà raccolta dalle donne come segno di buon auspicio.

Fonte: Comune di Pitigliano - Associazione Promo.Fi.Ter










 

Casa di produzione | Produzione Video | Video industriali | Filmato aziendale | Video per la fiera | Video online | Documentari, spot pubblicitari e televisivi | Montaggio video | Post produzione | Steadycam | Operatore crane | Riprese aeree | Riprese video | Troupe-eng | Creazione web tv | Authoring DVD e Masterizzazione Blu Ray | Clienti | Contatti | Mappa del sito



Download Flashplayer per guardare correttamente le produzioni video di questo sito

.
Bookmark and Share